0 days, 00 00 00 h.

Conto alla rovescia alla #mdd34

Alta Badia
  • facebook

  • twitter

  • instagram

  • youtube

  • strava

  • newsletter

33. edizione - 07 luglio 2019


DOMANI

  

Il DOMANI è stato il tema scelto per la trentatreesima edizione della Maratona dles Dolomites – Enel.
I raggi del sole hanno accarezzato i 9038 ciclisti, tra cui 926 donne, partiti come sempre puntuali alle 6,30. È iniziata sotto i migliori auspici la 33a edizione della Maratona dles Dolomites-Enel dedicata al Duman, il domani. “Quando penso al domani penso a lei, Pachamama, che con la sua saggezza stoica attende come una madre paziente che i suoi cari figli prima o poi arrivino alla maturità, che porterà umiltà e la consapevolezza che il domani è il risultato di ieri.” Con queste parole Michil Costa, presidente del Comitato Organizzatore della Maratona dles Dolomites-Enel ha dato il via alla corsa affiancato da Martina Colombari, madrina della manifestazione. Per oltre mezz’ora i ciclisti sono sfilati lungo la strada che da La Villa porta a Corvara per affrontare la prima asperità della gara, vale a dire il Campolongo. Una scia colorata che ha dipinto i tornanti per poi assottigliarsi man mano che la strada saliva verso il passo. Un’emozione descritta e raccontata in diretta televisiva grazie a RAI 2, che ha seguito tutta la gara in una sequenza di immagini lunga sei ore.

Sono i numeri a decretare la Maratona dles Dolomites-Enel come la regina delle granfondo internazionali: 72 le nazionalità dei partecipanti provenienti dai cinque continenti a gareggiare in un’equa suddivisione del totale tra metà italiani e metà stranieri.

La bellezza della Maratona dles Dolomites-Enel è nel poter percorrere i passi che hanno fatto la storia del ciclismo mondiale senza l’assillo di auto e moto. Tre i percorsi che come sempre caratterizzano la corsa e che si snodano fra Pordoi, Sella, Campolongo, Falzarego, Gardena, Valparola, Giau tutti rigorosamente chiusi al traffico. Queste le distanze: Lungo di 138 km e 4230 mt. di dislivello, Medio di 106 km e 3130 mt. di dislivello e Sella Ronda di 55 km e 1780 mt. di dislivello.

Il tema del Domani ha sottolineato le iniziative benefiche che da sempre caratterizzano la Maratona dles Dolomite-Enel. Un domani che è in stretta relazione con il presente come dimostrano le azioni di solidarietà in sostegno dei comuni di Colle Santa Lucia e Livinallongo che da anni vedono transitare l’immenso gruppo dei ‘maratoneti’. Il 29 ottobre scorso il maltempo ha creato danni ingenti distruggendo milioni di alberi, strade e sentieri. Per questo il Comitato Maratona dles Dolomites - Enel ha organizzato una raccolta fondi da destinare ai due Comuni attraverso l’introito delle iscrizioni speciali.
La Maratona ha un ampio sguardo sul mondo evidenziato dallo stretto rapporto di collaborazione con Healthy Seas e con l’associazione ‘Insieme si può’.

La schiera di VIP al via è molto nutrita, per citare alcuni nomi: Martina Colombari, Nicola Savino, Paolo Bettini, Davide Cassani, Robert Kubica, Alex Zanardi, Carlos Checa, Filippo Pozzato, Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi, Sofia Goggia, Kristian Ghedina, Vittorio Brumotti, Federico Pellegrino, Maria Canins e tanti altri.

Ha vinto Tommaso Elettrico di Matera che ha concluso la gara in 4h36’20” davanti a Fabio Cini e Vincenzo Pisani, distaccati di 4'. L’edizione femminile è nuovamente stata vinta dalla tedesca Christina Rausch in 5h22’26”. Seconda classificata l'olandese Martha Maltha con 5h24’09” e terza l'italiana Simona Parente con 5h31’02”.

Ecco i link della 33. edizione:

 

  

  • TITLE SPONSOR
  • INSTITUTIONAL PARTNERS
  • MAIN PARTNERS
  • GOLD PARTNERS
  • SILVER PARTNERS
  • SILVER PARTNERS
  • OFFICIAL MOBILITY PARTNER
  • REGIONAL PARTNERS